Tutorial su Come Fare dei Muffi Davvero Buoni


Fare dei muffìn davvero buoni e soffici, si può. Ecco come:

· Mescolare prima gli ingredienti secchi e poi aggiungere quelli liquidi;
· Non mescolare troppo;
· Non setacciare la farina (non serve);
· Utilizzare uova a temperatura ambiente;
· Forno ben caldo;
· Mettere della frutta fresca o cioccolato in pezzetti grandi.

La preparazione dei muffin è molto semplice; ma se si vogliono realizzare dei muffins davvero buoni e soffici, basta seguire queste semplici regole e il risultato ė assicurato.

È necessario mescolare prima tutti gli ingredienti asciutti come farina, zucchero e lievito; e solo dopo aggiungere al composto asciutto gli ingredienti liquidi, come uova, burro, latte, yogurt; in questo modo si mescolano meglio gli ingredienti.

Comunque non mescolare troppo a lungo, se nell’impasto rimangono dei grumi non c’è da preoccuparsi. Se si mescola troppo si produce glutine e dalla pasta uscirebbero i gas della fermentazione, i muffins risulterebbero così secchi e compatti.

Per questo non è necessario setacciare la farina. Per mescolare gli ingredienti è quindi preferibile utilizzare un cucchiaio di legno, con un movimento lento dal basso verso l’alto, non utilizzare mixer o frusta elettrica. Non deve rimanere traccia di farina, il composto risulterà così un pò grumoso e non troppo compatto. Se la ricetta prevede gocce o pezzi di cioccolato, inserirli negli ingredienti asciutti e mescolare per distribuirli meglio.

Non far riposare l’impasto troppo a lungo, altrimenti gli agenti lievitanti iniziano la loro fermentazione e lasciano sfuggire il loro gas e risulterebbero meno attivi nel momento più opportuno. A tale proposito è opportuno infornare i muffins appena l’impasto è pronto. Per ovviare al problema, si potrebbe inserire l’impasto in frigorifero, se è proprio necessario preparare l’impasto molto tempo prima.

Sempre per aiutare la lievitazione è necessario infornare i muffin quando il forno è già caldo, circa 180° per quasi tutti i tipi di ricette.

I muffin risulteranno più buoni se al loro interno si inseriscono dei bei pezzetti di frutta fresca, in questo modo nell’assaggiare ci si accorge bene della frutta e se ne gusta più il sapore. Ma attenzione inserire i pezzetti al centro dell’impasto, perché è nell’interno che si ha la temperatura più bassa, questo aiuterà a mantenerne quanto più possibile la corposità della frutta.


Di ricette nè esistono tante, io vi consiglio la mia.

Muffin Banana e pezzetti di cioccolato

Stampa
Ingredienti
300g Farina 00
100g Zucchero semolato
50g Zucchero di canna
2 Uova
200ml Latte
100g Burro
½ bustina di lievito vanigliato
1 Banana
120g Cioccolato Fonente
Istruzioni
Mettere in una ciotola farina, i due tipi di zucchero, il cioccolato spezzettato grossolanamente ed il lievito. Mescolare con un cucchiaio di legno.
Quando gli ingredienti si sono ben distribuiti in tutto l’impasto, aggiungere le uova, poi il burro sciolto ed infine il latte. Amalgamare il tutto senza mescolare troppo.
Inserire l’impasto in pirottini leggermente imburrati.
Mettere in forno ventilato, già caldo, a 180° per 20 minuti. Per essere sicuri che siano pronti fare la prova stuzzichino.


Yogurt Fatto in casa con thermos

Lo yogurt fatto in casa èsuper! Super nel gusto e nel formato. Guarniti con frutta fresca di stagione o ciuffi di morbida panna montata, oppure racchiusi all’interno di fragranti cornetti, possono diventare un pasto completo e goloso.

Lo yogurt o è il protagonista dell’estate, una golosa tentazione a cui è difficile rinunciare. Fresco e dissetante, è l’alimento ideale per un pasto veloce, che non appesantisce. Per questa ragione- ma anche per evitare quei sensi di colpa che ci attanagliano dopo aver divorato una favolosa coppa crema e cioccolato- spesso il gelato sostituisce il pranzo di moltissimi di noi. La coppa con lamponi, mango e gelato allo yogurt farà al caso vostro.


Questa ricetta prevede appunto come dice il nome l’utilizzo del “gelato allo yogurt”. Esso è un gelato rinfrescante e leggero e che si può fare in molti modi e si può abbinare ad una gamma vastissima di altri ingredienti: dalla frutta, come in questo caso, fino ai cereali, il miele e molto altro ancora.

Pirottini Muffin Fai da Te e Attrezzature

L’attrezzatura base per un cake designer è facilmente reperibile sia on line che in un negozio specializzato per pasticceri.


Varie volte ci siamo trovati di fronte a meravigliose torte decorate in pasta di zucchero e siamo rimasti meravigliati da questi capolavori nati dall’arte, dall’ingegno e dalla fantasia di cake designer professionisti. Ma cosa sta alla base di tanta creatività: di certo ci vuole ingegno, tanta pratica manuale, essere un po’ artisti e un po’ architetti, avere molta fantasia, ma sopratutto avere gli attrezzi giusti. Di seguito vi elencheremo l’attrezzatura base per un cake designer.

Perché se si vogliono realizzare delle torte capolavoro, che siano decorate con la pasta di zucchero, con la ghiaccia reale o con il cioccolato plastico, oltre che la basilare conoscenza delle ricette utili per la loro preparazione, bisognerà munirsi di strumenti particolari ed idonei. Ma allora quale è l’attrezzatura base per un aspirante cake designer e le loro funzioni.

Quindi l’attrezzatura base per un cake designer sarà composta da:

  • pirottini per muffin
  • mattarello liscio: la pasta di zucchero o il cioccolato plastico si stendono con maggiore facilità se si utilizza un mattarello liscio; ed inoltre se si utilizza un mattarello tradizionale di legno, le imperfezioni di quest’ultimo potrebbero trasferirsi sulla pasta che state lavorando.
  • tappetino in silicone: aiuta a stendere meglio e non far appiccicare l’impasto; in commercio ci sono tappetini con cerchi prestampati, che aiutano la stesura del disco della dimensione desiderata.
  • coloranti in gel, in polvere o liquidi (rosso, giallo, blu e nero): I coloranti in gel e in polvere sono più adatti per colorare la pasta di zucchero, mentre quelli liquidi si possono utilizzare nelle glasse.
  • rotella per tagliare (tipo taglia pizza): una volta steso l’impasto sarà utile e più maneggevole tagliare attraverso una rotella la pasta in eccesso.
  • tagliarino per tagliare le parti piccole,
  • pennellino: per attaccare gli elementi decorativi,
  • smoother: è un attrezzo particolare, tipo un piccolo ferro da stiro di plastica, che passandolo sulla pasta da zucchero toglie tutte le imperfezioni.
  • timbrini/ taglia biscotti: per creare le piccole decorazioni da attaccare sulla torta.

Colori e Coloranti: come ricavarli

La maggior parte degli oggetti e degli ambienti che ci circondano sono colorati, così anche i dolci e le torte.Vedere una torta dai mille colori ha il suo fascino. Allora come fare a comporre le diverse tonalità partendo dai tre colori base: il rosso (per la precisione si tratta di magenta), il blu (per la precisione ciano) e il giallo. Attraverso questo breve tutorial scopriremo come è semplice creare la tonalità giusta.

I colori e i coloranti naturali per le torte vengono ottenuti da una parte variabile di acqua e olio. Se avete delle quantità di olio da smaltire mi raccomando non gettato l’olio nelle fognature ma richiedete online un servizio di ritiro olio esausto.

La luce si diffonde attraverso onde di diversa lunghezza e ad ogni onda corrisponde un colore. Il nostro occhio percepisce solo una piccola parte delle onde, quelle corrispondenti a uno spettro di sette colori: il rosso, l’arancio, il giallo, il verde, l’azzurro, l’indaco e il violetto.

Isaac Newton dimostrò attraverso un semplice esperimento che l’oggetto che riflette tutte le onde luminose appare ai nostri occhi bianco (bianco = somma di tutti i colori); l’oggetto che assorbe tutte le onde, senza restituirle ai nostri occhi, viene visto dai nostri occhi nero (nero = assenza di colori); mentre l’oggetto che assorbe tutte le onde tranne uno, ha il colore corrispondente a quell’unica onda ( ad esempio: un oggetto che non assorbe il verde, viene visto dai nostri occhi verde).

Partiamo con il definire i colori secondari: viola, arancio e verde. Essi si ricavano mescolando in parti uguali 2 soli colori primari. Così come indicato nella figura sottostante.

colori-secondari

Mentre mischiando due primari in quantità diverse, si ottiene un colore terziario come negli esempi indicati nel seguente schema.

colori-terziari

blu + viola =indaco
blu + verde = Turchese
giallo + verde = verde quasi pisello
arancione +giallo = giallo oro
arancio+ rosso = rosso scarlatto

Colori cake

Mentre per ottenere dei colori più particolari possiamo utilizzare il seguente schema:

Grigio neutro = una miscela di parti uguali di bianco e nero;
Oro antico = aggiungere solo un tocco estremamente piccolo di verde al giallo limone;
Oro caldo = aggiunge solo un tocco di rosso al giallo limone;
Verde acqua = 5 parti di blu cielo e 1 parte di verde;
Verde pisello = 9 parti giallo limone e 1 parte di verde;
Celeste polvere = 2 parti di marrone e una di blu;
Turchese = 9-1/2 parti cielo blu e 1 parte e ½ di giallo limone;
Tiffany = 2 parti di azzurro e uno di giallo;
Lavanda =6 parti di rosa e 1 parte di violetto;
Blu profondo = aggiungere una quantità molto piccola di colore nero al blu primario;
Color carne = giallo, rosso e una puntina di blu;
Pesca = mescolare parti uguali di giallo limone e rosa;
Bordeaux o vino = 3 piccole parti di blu e 1 parte di rosso.
Ruggine = unire abbastanza arancione e aggiungere rosso natale fino a quando il colore è scuro. Aggiungere anche una quantità molto piccola di blu reale;
Avorio = una punta di marrone e bianco;
Crema = una parte di giallo e una di caramello;
Marrone = Giallo, rosso e blu in parti uguali;
Grigio = Aggiungere un tocco di nero al bianco

Queste sono solo alcune variabili degli infiniti colori che potete ottenere. Quindi se volete potete acquistare solo 5 tipi di coloranti ; tutti gli altri colori li creerete voi stessi!

Gum Paste e Isomalto

L’isomalto è una sostanza a molti sconosciuta e fino a qualche mese fa anche per me lo era. Ecco perchè il titolo: l’isomalto: questo sconosciuto!!!Impariamo a conoscerlo attraverso questo post.

L’isomalto è un prodotto naturale che sostituisce lo zucchero tradizionale in alcune preparazioni. È derivato dal malto e in commercio si trova sotto forma di polverina bianca, che quando viene riscaldata diventa totalmente trasparente.?Si tratta di una sostanza cristallina e inodore, con la particolarit, che la rende davvero la star indiscussa nelle creazioni dei più grandi pasticceri, che cristallizza (indurisce) lentamente. Apprezzato anche in dietetica, in quanto non fa alzare l’indice glicemico e non provoca le fastidiose carie ai denti.

Ma attenzione anche se proposto da nutrizionisti e dentisti non si può fare un uso eccessivo, perché potrebbe dare qualche problemino!!!

Facendo sciogliere a fuoco basso l’isomalto in un pentolino di acciaio, senza aggiungere acqua, noteremo che la polverina bianca in pochi minuti diventa totalmente trasparente. Baster aggiungere un po’ di colorante alimentari liquido, in polvere o in gel per donare delle tonalit davvero particolari alle nostre decorazioni.

L’ isomalto può essere utilizzato per le decorazioni come si utilizza il caramello, ma a differenza di quest’ultimo cristallizza molto più lentamente e quindi può essere lavorato con più facilit. Ma attenzione? L’ isomalto raggiunge temperature altissime (si scioglie a circa 150 gradi) e ustionarsi le mani o la pelle è davvero semplice, per evitare qualsiasi inconveniente quindi baster utilizzare dei guanti protettivi.

Ma come poter realizzare delle facili decorazioni? Creare delle fantastiche creazioni artistiche è davvero semplice. Si può ad esempio realizzare delle coppette o dei contenitori per arricchire i vostri dessert. Prendere una teglia per muffin, o anche un semplice mestolo, capovolgerli e far colare a filo l’isomalto sciolto attraverso un semplice cucchiaino. Lasciar asciugare ed il gioco è fatto: otterrete delle coppette trasparenti, o colorate se volete, per contenere piccole prelibatezze dolciarie. Oppure su un foglio di carta forno o su una lastra di marmo, far cadere a filo da un cucchiaio l’isomalto sciolto, lasciar raffreddare e utilizzare questi “filamenti” per le vostre decorazioni. Per delineare meglio le forme potete utilizzare delle forbi ben appuntite. Si possono riempire anche degli stampi adatti all’isomalto per realizzare mini sculture in simil vetro trasparente. Davvero una sostanza dai mille utilizzi.

Poi per i più bravi maestri pasticceri esistono dei corsi specializzati nell’arte dell’isomalto. Questa opera d’arte che vedete qui in basso è interamente creata con questa fantastica sostanza!

Libri Cake Design

Cake Design

Decorare le torte è un’arte nata in America e recentemente importata in Italia con grandissimo successo, trainata anche dalla trasmissione televisiva “Il boss delle torte”, in onda su Real Time, e dal sito silovoglioevents.it che ha dato vita a una vera e propria scuola nata grazie alla potenza del web.

L’azienda, specializzata nell’organizzazione di eventi, ha fatto da madrina a pasticceri esperti in decorazione, oggi considerati dei veri e propri maestri, che partecipano come insegnanti ai workshop organizzati ogni fine settimana in tutta Italia.

Scuola di Cake Design

Tutto quello che c’è da sapere sulla meravigliosa arte del cake design, l’argomento che oggi appassiona milioni di persone nel mondo: come si preparano le torte di base, come si tagliano le forme più bizzarre, come si realizzano le decorazioni più belle.

Oltre 150 tecniche decorative e 80 progetti, con spiegazioni e illustrazioni step by step, per chi vuole avvicinarsi a questa arte, ma anche per i pasticceri esperti

La torta che vorrei. L’arte italiana del cake design

Letizia Grella ci svela i segreti delle sue meravigliose torte decorate, splendide da vedere e squisite da gustare: un volume per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo del cake design, interpretato secondo il gusto italiano, con tante spettacolari preparazioni descritte in modo semplice e fotografate passo dopo passo.

L’arte delle torte decorate non è mai stata così facile! Tante ricette per creare torte adatte a ogni occasione; tutte le preparazioni e le ricette di base; pratiche informazioni sull’attrezzatura e sulle tecniche di lavorazione; oltre 400 fotografie per illustrare nel dettaglio passaggi e decorazioni

Un Colore di Torta per Ogni Ricorrenza

Un colore per ogni ricorrenza. Forse molti non sanno che è opportuno scegliere il colore o i colori della torta e delle decorazioni in base alla ricorrenza, alla stagione e anche in base alla farcitura. Per creare appunto delle opere d’arti che siano totalmente in linea con l’atmosfera della ricorrenza nella quale la torta viene presentata. Non sarebbe infatti bello …

Colore 40 anni

Un compleanno 40 anni colore se amate il rosa ed il fucsia, questo tema di compleanno fa per voi! Dai toni vivaci, ma chic, sarà perfetto per decorare la location per i vostri 40 anni!

Colore 50 anni

Colore x 50 anni compleanno sicuramente il rosso, passionale, maturo e consapevole dei traguardi raggiunti. Il colore del successo.

compleanno 60 anni colore

Sicuramente il colore da usare per una torta dei 60 anni non può che essere l’oro o l’argento. Metalli preziosi che denotano esperienza e ricchezza.

Corsi di Cake Design

I nostri corsi per cake design si svolgono a Roma, Viterbo, Milano, Torino, Bologna etc. Ecco un esempio di Corso Fashion Cake Design su torta vera

Corso di pasticceria e cake design

Insegnante: Clara Calabretto – vincitrice Ardesis Cake Design Roma

Programma:

– Differenze tra pan di spagna e basi al burro
Farciture e bagne
– Come realizzare una perfetta farcitura ed un perfetto crumb coating
– Quali sono i tempi da rispettare
– Nozioni teoriche sul cake decorating
– Quale pasta utilizzare
– Come si colora la pasta di zucchero
– I soggetti tridimensionali
– Farcitura della propria torta
– Copertura della proria torta
– Decorazione della propria torta
– Rifiniture finali.

Il materiale è interamente fornito da Guarda che dolci! e la torta ovviamente sarà portata a casa!
Verrà rilasciato attestato di merito nominativo.

  • Per corsi per alimentaristi e certificazioni alimentari H.A.C.C.P. visita il sito partner www.haccp.roma.it

Per info e prenotazioni:

SITO WEB:
MAIL: [email protected]
NOME REFERENTE: Clara Calabretto.

Sugar Face Modelling Tour

Corso avanzato di modelling viso per cake design esperte

Il corso è aperto a chi ha già praticità con la pasta di zucchero.

Insegnante: Clara Calabretto – vincitrice Ardesis Cake Design Roma

Programma:

– Nozioni teoriche sul cake decorating
– Quale pasta utilizzare
– Come si colora la pasta di zucchero
– I soggetti tridimensionali
– Modellazione
– Uso della pittura sulla pasta di zucchero
– Rifiniture finali

Il materiale è interamente fornito da Guarda che dolci! e la torta ovviamente sarà portata a casa!
Verrà rilasciato attestato di merito nominativo.

 

Per info e prenotazioni:

SITO WEB:
MAIL: [email protected]
NOME REFERENTE: Clara Calabretto

Come Lavorare la Pasta di Zucchero

Come abbiamo già largamente detto, la pasta di zucchero è la materia principale sulla quale vengono plasmate le meravigliose sculture del Cake Design, è una pasta modellabile – ed ovviamente edibile – cui gli ingredienti di base sono lo zucchero al velo e lo sciroppo di glucosio. La si trova facilmente in commercio, sia bianca che colorata, oppure la si può preparare in casa senza grossi problemi. La sua consistenza e malleabilità ricordano molto quella delle paste da gioco dei bimbi come il Das e il Didò, chissà sarà forse anche per questo che ci piace e diverte così tanto, perchè ci riporta un pò indietro nel tempo!

Ad ogni modo non dobbiamo farci ingannare da queste premesse, perchè lavorare il fondant di zucchero è tutt’altro che un gioco e, anzi, alle volte può presentare delle insidie. Una regola fondamentale da non dimenticare mai è che la pasta di zucchero teme l’aria e cioè si secca ad una velocità impressionante! Perciò è sempre raccomandabile lavorare solo il pezzo necessario e nel frattempo conservare il resto avvolto in una pellicola e in un contenitore ermetico.

Per colorarla è preferibile usare in coloranti in gel/pasta applicandoli parsimoniosamente e gradualmente con uno stecchino di legno, ad ogni aggiunta lavorare energicamente la pasta con le mani per far sì che il colore si amalgami e diventi omogeneo.

E’ sempre buona regola prima di iniziare a modellare la pasta di zucchero, lavorarla qualche minuto con le mani per scaldarla e renderla più malleabile.

Per stendere il fondente di zucchero utilizzate sempre una superficie liscia- e ovviamente pulita- spolverizzata con dello zucchero al velo (come si usa fare con la farina quando si deve stendere la pasta) ed avvaletevi dell’aiuto di un mattarello in plastica apposito. In commercio esistono sia quelli lisci che quelli con dei motivi a rilievo che vengono impressi sul fondente man mano che lo appiattite. E’ buona norma spolverizzare con zucchero al velo non solo il piano di lavoro, ma anche il mattarello stesso e le vostre mani.

Come stendere la pasta di zucchero?

Per stendere la pasta di zucchero per andare poi a ricoprire una torta sarebbe meglio avvalersi di un tappetino/righello o comunque se non l’avete fate bene il calcolo delle misure della superfice da coprire e correggete sempre per eccesso, tanto siete sempre in tempo ad eliminare eventuali eccedenze. Una volta steso il fondant, arrotolatelo sul mattarello infarinato di zucchero al velo e poi srotolatelo sulla torta precedentemente frostata con buttercream frosting in modo che aderisca bene e appianatelo delicatamente con l’aiuto di una spatola smoother prestando moltissima attenzione ai bordi ed agli angoli. Poi come dicevo, eliminate dai bordi inferiori le eccedenze con un coltello a lama piatta o con una rotellina come quelle per la pizza.

Oppure potete, una volta stesa la pasta di zucchero, utilizzare dei taglia pasta semplici per biscotti o dei taglia pasta ad estrusione e con motivi a rilievo per ricavare qualsiasi tipo di formina che potrete poi decorare ulterioremente in un secondo momento spennellandole con dei colori in polvere o con della ghiaccia.O ancora potete ricavare dal fondent steso delle striscioline per realizzare dei bordi decorativi, potrete reperire senza molta fatica svariati strumenti (cutter, crimper, beading cutters, rulers, etc.) per raggiungere risultati impeccabili.

Ed infine ovviamente potrete usare la pasta di zucchero proprio come se fosse della plastilina per modellare, con l’aiuto di un piccolo kit di strumenti, le più fantasiose figurine che andranno a decorare in maniera unica e deliziosa le vostre torte!